Crea sito

PREMIO "LO SPIRAGLIO" FONDAZIONE ROMA SOLIDALE a MARCO BELLOCCHIO
per l’insieme della sua carriera


Marco Bellocchio, cineasta piacentino, classe 1939, nel corso della sua quasi cinquantennale carriera da regista rigoroso e controcorrente ha lavorato sul passato e sulla memoria costruendo uno stile unico e originale, basato su metafore e immagini oniriche e introspettive. Il film d’esordio, autobiografico, I PUGNI IN TASCA (1965), girato a soli 25 anni, raccontava il suo rapporto conflittuale e oppressivo con la famiglia fortemente matriarcale e il luogo d’origine, la provinciale e piccolo-borghese Bobbio.

Con questa e molte opere successive, Bellocchio ha voluto esternare attraverso il cinema un disagio interiore e irrisolto: come in VACANZE IN VALTREBBIA (1980), dichiarazione allegorica di amore/odio per le sue radici, o in GLI OCCHI, LA BOCCA (1982), che rivisita in maniera dolente il lutto familiare del suicidio del fratello gemello. Le tematiche di contestazione, dolore e rabbia dei suoi primi film hanno assunto con il tempo una valenza maggiormente letteraria e catartica, sulla base anche di una lunga esperienza psicanalitica. Un esempio è il recente L’ORA DI RELIGIONE (2002), sincero ritorno sulle tematiche giovanili con uno sguardo nuovo e più maturo, accessibile e riflessivo. Il film è l’occasione per riaffrontare inoltre le problematiche della fede e delle dottrine istituzionali, queste ultime già esplorate in film come NEL NOME DEL PADRE (1971), MATTI DA SLEGARE (1975), MARCIA TRIONFALE (1976).

Bellocchio tiene anche da anni un laboratorio di cinema con giovani studenti, sempre nella sua Bobbio. Il risultato dei corsi dal 1999 al 2008 sono i sei episodi che compongono SORELLE MAI, esperimento di metacinema che torna ancora una volta sulle interazioni familiari e sociali di casa Bellocchio.
Il suo ultimo film è VINCERE (2009).
Il regista ha appena terminato le travagliate riprese del suo nuovo lavoro, LA BELLA ADDORMENTATA, ispirato alla controversa vicenda di Eluana Englaro. 
 

Presentazione a cura del corso di critica cinematografica
del centro diurno “Pasquariello” di Roma

iL FILM DELLA SERATA A INVITI DE "LO SPIRAGLIO":