Crea sito

I premi della IV edizione

La giuria della IV edizione durante la premiazione ESCAPE='HTML'

    Si è conclusa la quarta edizione de LO SPIRAGLIO FILMFESTIVAL, evento di corti, lungometraggi e incontri sul tema della salute mentale e del disagio psichico che si è tenuta presso il Nuovo Cinema Aquila di Roma.

La Giuria composta dal Presidente, il regista e sceneggiatore Francesco Bruni, l’attrice Valentina Carnelutti, il critico cinematografico Federico Pontiggia, lo psicanalista Luciana De Franco e lo psichiatra Walter Procaccio ha quindi assegnato i seguenti premi, con rispettive motivazioni:

PREMIO J.GARCIA BADARACCO-FONDAZIONE MARIA ELISA MITRE al miglior lungometraggio
A LOVE SUPREME, di Francesco Cannito
Per l’emozionante semplicità con cui viene raccontata una normalissima storia d’amore, destinata a diventare insolita e complicata per una serie di regole burocratiche e assurde che contrastano i sentimenti dei due protagonisti. Piace la naturalezza della narrazione e la discrezione con la quale la cinepresa indaga all’interno di una comunità di recupero.

PREMIO FAUSTO ANTONUCCI AL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO
LE VOCI UMANE, di Stefano Dei
Priva di alcun compiacimento spettacolare, una drammatica ed agghiacciante testimonianza sulla realtà degli ospedali psichiatrici in Serbia. Tutto è affidato esclusivamente alle voci degli internati, che, con parole semplici, fanno emergere un intimo, autentico dolore e denunciano indirettamente una condizione subumana, che si apre ad uno spiraglio di speranza con la creazione di gruppi di auto-aiuto.

MENZIONE SPECIALE DELLA GIURIA all’opera considerata particolarmente significativa per il tema e per la modalità con cui tratta l’argomento
AMERICA, di Alessandro Stevanon
Per la capacità di riconsegnare il disagio psichico ai territori dell’immaginazione, con un corto stroboscopico tra sogno e realtà, documentario e finzione, e un protagonista, Pino America, che non si dimentica.

 

 

 

 

 

Premio Lo Spiraglio Fondazione Roma Solidale Onlus a Carlo Verdone

Carlo Verdone premiato a Lo Spiraglio 2014 ESCAPE='HTML'

       Si è tenuta presso il Nuovo Cinema Aquila di Roma nei giorni del 5, 6 e 7 giugno 2014 la quarta edizione de LO SPIRAGLIO FILMFESTIVAL, evento di corti e lungometraggi sul tema della salute mentale e del disagio psichico promosso da ROMA CAPITALE attraverso l’Assessorato Sostegno sociale e  Sussidiarietà e l’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica, ROMA CAPITALE, ASL RMA Dipartimento Salute Mentale – Roma Centro e Fondazione Roma Solidale onlus, con il patrocinio delle Regione Lazio e dell’Ordine provinciale di Roma dei medici-chirurghi e degli odontoiatri, in partenariato con Biblioteche di Roma.

Durante la serata finale del festival il regista e attore Carlo Verdone ha ricevuto il Premio Lo Spiraglio  – Fondazione Roma Solidale Onlus ed è stato protagonista dell’incontro dal titolo “Troppo simpatici”.

Il programma di quest’anno ha visto alternarsi momenti di cinema, con la proiezione dei film in concorso, ed eventi davvero ‘speciali’, con la presenza di importanti e amatissime personalità del cinema italiano, e con il contributo di significativi referenti del mondo del ‘sociale’ e della comunità scientifica ed educativa.

Giovedì  5 giugno alle ore 18.00 Dario D’Ambrosi, fondatore e Direttore Artistico del Teatro Patologico, ha illustrato il lavoro unico ed universale di teatro-terapia che svolge da trent’anni a questa parte. Venerdì 6 giugno alle ore 20.00 durante l’incontro “Uno spiraglio su: … PRIMA DEL CALCIO DI RIGORE – Il calcio tra cura e folli”  si sono alternate le testimonianze dei promotori delle iniziative ed i protagonisti diretti delle diverse esperienze di calcio sociale.